La Giunta comunale ha stabilito che i fondi regionali disponibili per sostenere il pagamento dei canoni di locazione dei cittadini in difficoltà saranno resi accessibili anche agli inquilini morosi. Nel sito web del Comune, nella sezione Avvisi e scadenze, sono state integrate le informazioni ed è stata inserita l’autocertificazione che i cittadini dovranno presentare, unitamente all’istanza, entro il 7 giugno.

«Abbiamo fatto leva su una prerogativa che la legge assegna al Comune. La difficile situazione economica patita da molti cittadini, dovuta anche al Covid-19, ci ha convinti ad assumere questa decisione. L’Ente – sottolinea l’assessore all’Edilizia privata, Alessandro Derudas – potrà erogare il contributo direttamente al locatore nel caso di accertata morosità dell’inquilino, per sanare eventuali situazioni di insolvenza e destinare i fondi pubblici all’effettivo sostegno della locazione di immobili ad uso abitativo».

Potranno così presentare domanda di contributo ad integrazione del canone di locazione anche i cittadini che, alla data di presentazione dell’istanza, non siano in regola con il pagamento dei canoni di locazione relativamente ai mesi di gennaio, febbraio, marzo e aprile 2020.

Al momento della compilazione della domanda dovrà essere allegato il modello di Autocertificazione di morosità per le mensilità in oggetto: la compilazione sarà a cura del proprietario e il modulo dovrà essere sottoscritto per accettazione dal locatario.

La modulistica è scaricabile dal seguente link: https://bit.ly/3ej9KzV