C’è tempo fino al 21 maggio per partecipare al Mese della Creatività.

L’iniziativa, varata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Oristano su idea della scrittrice Savina Dolores Massa, punta a stimolare la fantasia e la condivisione delle buone pratiche del vivere la comunità, utili a incoraggiare l’interazione tra i cittadini, il vicendevole senso di appartenenza e di solidarietà, che l’emergenza Covid-19 sta avvilendo in ogni comunità del pianeta.

“Vogliamo incoraggiare lo scambio di sensazioni, il racconto e l’aiuto tra le generazioni, per facilitare la riflessione, l’attenzione all’altro, la comprensione e lo stupore anche a distanza, ma nella prossimità ideale che ci unisce nell’emergenza Coronavirus – spiega l’Assessore alla Cultura Massimiliano Sanna -. Il Comune di Oristano per primo partecipa con un’opera frutto dell’ingegno, della fantasia e della passione di un dipendente comunale che, insieme ad alcuni colleghi e ad alcune colleghe, fuori dall’orario di lavoro e con materiale di riciclo, ha realizzato in piazza Eleonora una installazione intitolata “Creatività e covid” con volti coperti dalle mascherine e reticolati che racchiudono figure e oggetti di uso quotidiano sospesi”.

Per partecipare all’iniziativa occorre compilare il modulo pubblicato sul sito internet del Comune di Oristano e inviarlo insieme a un’immagine dell’installazione realizzata alla casella mesecreatività@comune.oristano.it. Le foto e le immagini pervenute sono pubblicate in una sezione dedicata del sito istituzionale del Comune e sulla pagina del gruppo Facebook “Un mese tutti insieme con la creatività” collegato alla pagina Oristano Cultura Eventi.

Fino al 21 maggio, possono partecipare all’iniziativa bambini, adulti, anziani, famiglie o singoli.