Il Comune di Oristano ha disposto un nuovo turno per la distribuzione di due mascherine ad ogni famiglia, sia in città che nelle frazioni. A partire da lunedì saranno consegnate due mascherine chirurgiche a ogni nucleo familiare che ne farà richiesta.

Nelle frazioni si proseguirà con la consegna di due mascherine chirurgiche a famiglia presso le sedi delle circoscrizioni negli orari già in vigore:

  • Massama: lunedì e mercoledì dalle 10 alle 14 – martedì dalle 15 alle 18
  • Nuraxinieddu: martedì dalle 10 alle 13 – mercoledì dalle 15 alle 19 – venerdì dalle 10 alle 14
  • Donigala: martedì e giovedì dalle 10 alle 14 – venerdì dalle 15 alle 18
  • Silì: lunedì e martedì dalle 15 alle 18.30 – mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13
  • Torre Grande: lunedì e giovedì dalle 10 alle 13 – mercoledì dalle 15 alle 18

Nelle borgate la distribuzione sarà a domicilio cura degli operai del cantiere comunale.

Ad Oristano invece ci saranno 3 punti di consegna che apriranno dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30:

  • Spazio Smart Torangius
  • Uffici comunali di via Carlo Meloni (giardino scuola elementare)
  • Ingresso Biblioteca/Pinacoteca via S. Antonio

Si potrà comunque continuare a richiedere la consegna a domicilio delle mascherine rivolgendosi a:

  • Prociv Arci Oristano: 351 5430401 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19
  • Emergenza Covid 19: 0783 791759 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20

“Fino a questo momento abbiamo consegnato circa 9000 mascherine in città e nelle frazioni senza considerare quelle distribuite all’Ospedale, all’Ordine dei Medici, alle farmacie, al personale delle associazioni di volontariato di Protezione Civile, alle case di riposo e ai soggetti fragili o maggiormente esposti al pericolo di contagio – spiega il Vice Sindaco Massimiliano Sanna -. Con questo nuovo turno di consegna confidiamo di soddisfare ulteriormente le esigenze dei cittadini, ma allo stesso momento chiediamo ancora giudizio nell’utilizzo di questi dispositivi che ancora non sono disponibili in quantità elevate. Quindi, invitiamo a ritirare le mascherine solo chi ne ha reale necessità”.