Lo stato di emergenza causato dal Coronavirus e la sua gestione hanno rivoluzionato negli ultimi mesi le nostre abitudini quotidiane, le nostre priorità, il nostro stile di vita. Una vicenda drammatica che sta segnando la nostra epoca e che ci ha fatto capire quanto sia importante ripensare al nostro stile di vita, al nostro rapporto con la natura e con l’ambiente, la cultura e la didattica. IED Cagliari riprende il ciclo degli incontri – interrotti a febbraio – che verranno trasmessi nella versione digitale in live streaming sulla pagina Facebook, con l’intento di condividere sui social saperi trasversali negli ambiti dell’innovazione, tecnologia e informazione, fondamentali per comprendere meglio e affrontare con tutti gli strumenti possibili questo momento di emergenza e di cambiamento. Il 18 giugno dalle 18:00 alle 19:00 si parlerà di mobilità sostenibile del futuro e il 25 giugno, stesso orario, di come è cambiata la comunicazione al tempo della Covid-19, incontri entrambi inseriti nell’ambito del ciclo di appuntamenti IED Talks Digital Edition, aperti a tutti e per i quali non è necessario iscriversi. Per partecipare basterà aprire la pagina Facebook di IED Cagliari, e inoltre gli incontri verranno registrati e sarà possibile rivederli sul canale YouTube di IED.

Il 18 giugno il primo degli incontri digitali dal titolo “Quale mobilità per il futuro?” vedrà protagonisti Benedetta Sanjust, Ingegnera trasportista, direttrice generale di PlayCar, il servizio di car sharing attivo a Cagliari, e Salvatore Di Dio, co-fondatore e direttore del laboratorio di design per l’innovazione di Palermo PUSH. Entrambi hanno portato avanti delle ricerche strutturate sulle problematiche legate al coronavirus, quali i comportamenti di viaggio prima del lockdown e la propensione all’uso dei vari sistemi di trasporto una volta terminato il periodo di confinamento. Modera l’incontro Paolo Manfredi, esperto di mobilità, responsabile delle strategie digitali di Confartigianato Imprese nazionale, un centro di competenze che studia l’impatto delle tecnologie digitali sul sistema delle micro e piccole imprese italiane e l’evoluzione dell’artigianato italiano di fronte ai cambiamenti del mercato. Autore di “L’economia del su misura (Marsilio 2016), “Provincia, non periferia: Innovare le diversità italiane” (Egea, 2019) e di Grimpeur, un blog sull’innovazione su Nova 100 de Il Sole 24 Ore.

Come cambia la comunicazione in presenza di eventi extra-ordinari, come ad esempio la recente pandemia che ha modificato pesantemente le nostre esistenze? Di questo si parlerà il 25 giugno nel secondo incontro sulla pagina Facebook di IED Cagliari “Infodemia. La comunicazione nellera Covid-19”, sempre dalle 18 alle 19. Gianna Angelini, semiologa esperta di comunicazione e docente di Semiotica in Università e Accademie italiane, dialoga con Gianluigi Di Stefano, giornalista e autore di trasmissioni televisive tra cui “Mi manda Rai Tre” che proprio durante il lockdown ha affrontato sul campo questi temi. Un confronto che mette al centro un argomento di grande attualità visto da due esperti rispettivamente con un approccio universitario e giornalistico.

“In questi mesi di cattività il mondo della conoscenza, della ricerca e dell’informazione non si è fermato, così come la didattica di IED in tutto il mondo – spiega Monica Scanu, direttrice IED Cagliari – A partire da questa Fase 3 vogliamo scandagliare e approfondire con voi alcuni grandi temi e le loro prospettive di sviluppo futuro: la mobilità e l’informazione. E riprendere a raccontarci, come faremo anche nei prossimi Open Day digitali e con le altre iniziative dello IED della Sardegna”.