Il presidente Goretti, «in attesa di tornare insieme a riempire le piazze per gridare che siamo qui ed esistiamo abbiamo organizzato un modo diverso per far risuonare le nostre rivendicazioni perché #Fanonsiferma».

Le restrizioni causate dalla pandemia da Covid-19 non fermano la Festa delle Famiglie. Piazze, giardini e strade di tutta Italia si tingeranno ancora dei colori dell’arcobaleno come occasione di impegno politico e visibilità per tutte le famiglie a prescindere da come siano composte. Una manifestazione, ancorché virtuale, per denunciare anche il vuoto normativo che pesa sulle famiglie omogenitoriali.

«Da dieci anni a questa parte – spiega Gianfranco Goretti, presidente di Famiglie Arcobaleno, associazione di genitori omosessuali nata con lo scopo di promuovere i diritti civili delle famiglie omogenitoriali e organizzatrice della manifestazione – tutto il Paese ha imparato a conoscere questa giornata pensata nel mese di maggio in occasione dell’International Families Equality Day. A causa delle restrizioni, purtroppo, sarebbe impossibile pensarla come è accaduto finora. Così – prosegue – con il sostengo di molti, che ringrazio a nome di tutta l’associazione, abbiamo pensato a un modo diverso per far risuonare le nostre rivendicazioni, soprattutto in un momento come questo dove le famiglie con due papà o con due mamme non hanno gli stessi diritti di tutti gli altri perché per lo Stato i nostri figli hanno solo un genitore legalmente riconosciuto».

La Festa delle Famiglie in Sardegna. Era tutto organizzato da mesi affinché La festa delle famiglie in Sardegna si svolgesse il 10 maggio in un parco di Sassari. Anche se gli eventi non lo hanno reso possibile, il gruppo sardo ha deciso di non fermarsi e in sinergia con diverse associazioni sul territorio (MOS, ARC, AGEDO, Voce Amica Sassari ODV, Earth Gardeners, Theatre en vol, Girovagando, La Formica Viola, CGIL Nuovi Diritti, Alisso e Psynergia) offrirà, nella giornata di domenica, un nutrito catalogo di appuntamenti per tutti i gusti: laboratori creativi, musicali, di ballo e sulla natura e ancora letture a tema e teatro kamishibai che saranno tenuti da maestre della scuola dell’infanzia e primaria, da un’assistente sociale e un’ostetrica, da esperti della natura, musicisti e tanti volontari che si sono offerti con entusiasmo. Per tutta la giornata, sulla pagina Facebook Famiglie Arcobaleno in Sardegna sarà possibile visionare i video con le attività dedicate alle famiglie di ogni colore e forma.